Pop culture

Intervista a Eva Green

“Accettatemi per quella che sono”
Reading time 2 minutes

Da femme fatale in Bond, dove interpretava l’enigmatica Vesper in “Casino Royale”, Eva Green ha saputo cambiare ed evolvere come attrice nel corso degli anni. Diventata a tutti gli effetti la musa di Tim Burton, l’attrice francese è tornata a lavorare con il suo regista anche in “Dumbo”, il film della Walt Disney Pictures che arriverà nelle sale italiane dal 28 marzo.
Come in Miss Peregrine, e in Dark Shadow, i due film in cui attrice e regista avevano collaborato insieme, anche in Dumbo il tema delle diversità e dei “freak” è centrale.
Nonostante l’elefantino possegga infatti grandi orecchie che lo rendono in grado di volare, molti sono gli haters che riversano su quella tenera creatura il suo odio.
Un po’ come oggi, in un mondo in cui i social sono pieni di leoni da tastiera e codardi, anche noi come Dumbo dobbiamo affrontare le nostre diversità e farne tesoro, così come ci ha raccontato durante l’intervista Eva Green.
“Viviamo in un mondo in cui dobbiamo essere tutti uguali, in cui dobbiamo rientrare per forza in delle scatole, per essere amati. Quello che Dumbo ci insegna, e che dobbiamo imparare a fare nella vita di tutti i giorni, è di amare noi stessi, con i nostri pregi e i nostri difetti, acquisendo quella sicurezza di cui abbiamo bisogno”.
Tra Principesse e personaggi della Disney l’attrice preferisce di più i secondi, passando da Bambi a Dumbo, due film che l’hanno fatta piangere molto da bambina, ma che al tempo stesso hanno formato il suo carattere in maniera positiva, perché queste sono le storie che ci fortificano e che ci fanno maturare, ci fanno conoscere il mondo per quello che è, senza aver il bisogno di vivere quelle esperienze in prima persona.

Intervista a Eva Green

Articoli correlati

Articoli consigliati