Rorc Transatlantic Race - L'Officiel
hommes

Rorc Transatlantic Race

" ..abbiamo fatto medie di 24 nodi, toccato picchi di 40 e avuto un giorno strepitoso sempre sopra i 30 nodi".
Reading time 2 minutes

Sabato 3 dicembre Maserati Multi70 capitanato da Giovanni Soldini ha tagliato la linea d’arrivo della RORC Transatlantic Race davanti alla Marina di Grenada, concludendo le 2865 miglia della celebre regata oceanica con il tempo di 7 giorni, 8 ore, 44 minuti e 23 secondi. Da Lanzarote, nelle Isole Canarie, il 26 Novembre scorso, erano salpati quattordici equipaggi, tra cui: due Mod70 (Maserati di Soldini e Phaedo3 dell’americano Lloyd Thornburg ), due Swan, un Infinity 46R, un Farr100 e alcuni Class40.

La vittoria finale è andata proprio a Phaedo3, il multiscafo recentemente battuto dallo skipper milanese nella Rolex Middle Sea Race. Dopo aver lasciato le Canarie, si è rivelata cruciale la scelta effettuata nelle vicinanze di Las Palmas: il trimarano italiano ha scelto infatti di navigare a nord dell’isola, mentre gli americani hanno scelto il lato opposto, accumulando così un distacco sufficiente per garantir loro la testa della regata fino ai Caraibi.

Il bilancio della RORC Transatlantic Race per il team sponsorizzato da Maserati è in ogni caso positivo come test per il volo oceanico. Conferma lo stesso Soldini: « Le condizioni di Aliseo che si formano arrivando qui con l’alta pressione e il mare non troppo violento sono ideali per far volare una barca come la nostra: abbiamo fatto medie di 24 nodi, toccato picchi di 40 e avuto un giorno strepitoso sempre sopra i 30 nodi. Siamo molto contenti di tutto quello che abbiamo capito sul volo navigando in oceano con un foil a L. Abbiamo trovato il modo di usarlo sia quando c’è troppo vento e troppa onda, sia in altre condizioni più variabili in cui è possibile volare ».

La regata, prima transoceanica della stagione 2016-17, giunta quest’anno alla sua terza edizione, è organizzata dal Royal Ocean Racing Club di Londra, fondato nel 1925 e organizzatore (tra le altre) del Fastnet Race, della Commodores’ Cup e della Admiral’s Cup.

Articoli correlati

Articoli consigliati