hommes

Land Rover mentore di #Barcolana49, regata a vela da Guinness

Metti insieme tradizione, tecnologia, avventura e sfida. Cosa si ottiene? Un fine settimana che ha cambiato molte prospettive, di adulti e bambini. Teatro dell’epifania è Trieste, città che ha ben compreso come il suo futuro possa arrivare proprio dal mare. Quest’anno, infatti, il porto commerciale ai piedi del Carso è stato protagonista di un Guinnes dei Primati.
Reading time 2 minutes

 

La 49°edizione di Barcolana è ufficialmente la regata a vela più affollata del mondo con 2.101 imbarcazione iscritte. A vincere in 1 ora 12 minuti e 17 secondi il monoscafo Spirit of Portopiccolo, un 87 piedi (circa 27 metri) che fino a due anni fa stava letteralmente prendendo polvere in un capannone a Marsiglia: da non crederci!

A siglare il record e a godersi il racing sul Molo dei Bersaglieri –davanti alla centralissima Piazza Unità d’Italia– una marca di automobili che mai come quest’anno può essere tanto fiera del suo ruolo da mentore nella più importante festa triestina, Jaguar Land Rover. E non è un caso che –in una città, in cui mare e terra sono sinonimo di libertà e avventura– le protagoniste delle strade bianche triestine e delle onde del golfo siano state rispettivamente Range Rover Velar e Land Rover Bar. La prima è al debutto ufficiale in Italia: il SUV di medie dimensioni si è messo in posa davanti alle migliaia di visitatori della regata; a colpire gli obiettivi l’assenza di rumore visivo delle sue linee, prologo del nuovo capitolo stilistico di Range Rover. La seconda è il fiore all’occhiello della nautica inglese, almeno fino a quando gli ingegneri e i designer di Land Rover (Title and Exclusive Innovation Partner) non disegneranno il nuovo monoscafo da 75 piedi per competere da sfidante –è ufficiale– alla 36°America’s Cup del 2021. Buon vento a tutti!

 

 di Matteo Dall’Ava

/

Articoli correlati

Articoli consigliati