hommes

Dodge La Femme

by Federico Fabbri
19.06.2017
A partire dagli anni cinquanta, sempre più donne erano interessate alle automobili: le loro opinioni avevano sempre più peso nel processo decisionale all'interno di una coppia per l'acquisto di un nuovo modello

Tra il 1955 e il 1956, Dodge realizzò la prima autovettura pensata esclusivamente per un pubblico femminile. Aveva una carrozzeria bicolore con l'hard top, parte delle fiancate e della coda color rosa confetto. La vettura montava un motore otto cilindri di grossa cilindrata e trazione posteriore.

Era però all’interno che La Femme esibiva con orgoglio i suoi caratteri distintivi. Aveva un vano porta-borsetta (customizzabile con le iniziali della proprietaria su un medaglione placcato oro, ndr) incluso nello schienale del sedile passeggero: questo compartimento era corredato da una serie di accessori come porta-rossetto, porta pacchetto di sigarette, accendino e pettine. Dietro allo schienale del sedile guidatore, invece, erano contenuti: impermeabile, cappellino da pioggia a tesa larga e ombrello. Gli interni, naturalmente rosa, erano molto ricercati e il loro disegno ricordava quello di un arazzo.

Ne furono prodotti circa 2500 esemplari. I motivi dell'insuccesso commerciale del modello risiedevano principalmente nella scarsa pubblicità che all'epoca fu fatta al modello, e nel fatto che i concessionari difficilmente possedevano in esposizione un esemplare della vettura così allestita.

lafemme4A.jpg
lafemme4B.jpg
lafemme1.jpg
lafemme2.jpg
lafemme3.jpg
lafemme5.jpg

Condividi articolo

Articoli correlati

Articoli consigliati