hommes

Team Deus 697 x Crazyrun

by Federico Fabbri
12.05.2017
La Crazyrun non è, sulla carta, una gara di velocità: bensì una prova d’intuito e di abilità nella risoluzione degli enigmi e nella ricerca dei percorsi più brevi per raggiungere le varie tappe

La Crazyrun è una competizione molto particolare, unica nel suo genere e aperta ad auto d’ogni tipo, che si svolge lungo un percorso di cinquecento chilometri totali, intervallati da dieci checkpoint. Lo start è previsto alle ore 9.00 di sabato 13 Maggio nella splendida cornice della Fattoria Montecchio a San Donato in Poggio. Il decimo checkpoint ovvero il traguardo sarà a Pietrasanta, dove l’arrivo dei primi crazyrunners è previsto per le 15.00 del giorno successivo a Pietrasanta, in Piazza dello Statuto. Sabato sera, hotel di lusso e party esclusivo a porte chiuse.

La Crazyrun non è, sulla carta, una gara di velocità: bensì una prova d’intuito e di abilità nella risoluzione degli enigmi e nella ricerca dei percorsi più brevi per raggiungere le varie tappe. Tra gli ottanta team al via di questa quinta edizione ci sono vetture d’alto livello, supercars e auto classiche, naturalmente le più ricche di fascino.

Rientra in questa categoria la BMW 2800 CS del Team DEUS 697. La coupé bavarese, anno 1969 - completamente originale e non restaurata, indossa per l’occasione una livrea scura in puro stile rat rod realizzata appositamente per lei da Kaos Design. Il colore scelto per gli sponsor riprende quello dei meravigliosi cerchi, anch’essi originali.

Oltre alla classifica finale che sarà basata, come in una gara di regolarità, sulle penalità totalizzate dei due giorni, ci saranno tre premi speciali: uno per il team più pazzo e originale, uno per l’auto classica con più spirito e uno per il miglior travestimento come combinazione tra auto e team.

Il Team DEUS 697 è composto da Stefano Di Dio, fondatore di OSCAR.697 e da Marco Donati di Deus Ex Machina.

_MG_7139.jpg
© OSCAR.697/Daniele De Carolis
_MG_7388.jpg
© OSCAR.697/Daniele De Carolis
_MG_6996.tif
© OSCAR.697/Daniele De Carolis

Condividi articolo

Articoli correlati

Articoli consigliati