Fashion Week

L'eterno romanticismo di Giambattista Valli

Ruches e volant scolpiscono la silhouette femminile a colpi di tulle
Reading time 1 minutes

Per facilmente confutare la tesi di chiunque affermi che il romanticismo sia morto, basta mostrare un abito della nuova collezione Haute Couture Primavera 2021 di Giambattista Valli: tulle, petali di fiori e colori pastelli danno vita ad abiti dal sapore idealista che solo l'immaginazione creativa di Valli avrebbe potuto rendere tangibili. L'heritage della Maison è presente in tutta la sua magnificenza: ampie gonne di tulle, ruches, volant lavorati a mano e maniche importanti vengono accompagnati a fiocchi e piume dal sapore sentimentale. Lo scopo della Maison è quello di invitare il pubblico ad un momento di introspezione riflettendo sull'importanza dei semplici gesti. Un ballerino prende parte alla presentazione, leggiadro e sinuoso, egli rappresenta il messaggero divino che dall'Olimpo scende sulla Terra per infondere saggezza, bontà, eleganza agli spiriti. Ammirazione e stupore mentre i vestiti si susseguono uno dopo l'altro armonizzandosi tra loro e cullando lo spettatore con le loro figure fiabesche e regalandogli un viaggio immaginario. Bisognerebbe imparare a sognare, osare ed esagerare a volte, sembra voler gridare al mondo il designer, fedelissimo all’idea che la moda non debba soltanto essere bella ma anche insegnare l’etica.

/

Abiti vaporosi, capelli cotonati in stile anni ’60 e un trucco marcato: le modelle non sono soltanto indossatrici ma diventano attrici e narrano la storia di una cultura utopica, una Andalusia immaginaria fatta di bellezza e pace. Sarebbe così errato perdersi per qualche minuto nella collezione? Tra chiostri dal sapore antico e abiti dal tocco artistico?

Valli

Articoli correlati

Articoli consigliati